Automazione, disoccupazione e guerra tra poveri. Da Las Vegas a San Ferdinando

Contropiano   ·   Link to Article

Gaggi, da neoliberista convinto, se ne occupa parlando – male, ovviamente – dello sciopero ad oltranzaindetto da Bethany Kahn, la donna al comando della Culinary Union, il sindacato dei dipendenti dei casinò, in rivolta contro “l’innovazione” creata da un’azienda italiana (un tocco di nazionalismo non guasta).

L’ultimo sciopero ad oltranza risale a 34 anni fa, per dire di quanto una pratica del genere sia estranea al normale corso dei rapporti di lavoro negli Usa (in Italia è praticamente vietata, ormai, grazie agli interventi legislativi messi in campo dai governi berlusconiani e piddini). E Gaggi ci informa che, in realtà, l’automazione inarrestabile in mille campi di attività economica ha “ridato vita a rappresentanze sindacali che erano considerate in via d’estinzione”. 

More News

More in this section